Didi Rojas trasforma le calzature popolari in opere d'arte usando vernice e argilla

Stile

Attualmente ha una mostra personale a New York City fino al 18 ottobre.



Di Sara Radin

11 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Benvenuto in #FollowFriday, una rubrica di Teen Vogue in cui parliamo con i creatori dietro alcuni degli account di stile più cool di Instagram. Questa settimana, chattiamo con Didi Rojas, che condivide online le sue ricreazioni di famose calzature.



Dalla ricostruzione della borsa Jacquemus Le Chiquito (compresa una più piccola dell'originale!) Alla scultura in argilla dei prodotti Glossier preferiti da tutti, l'artista ceramico con base a Brooklyn Didi Rojas sta facendo arte con gli articoli di moda e bellezza più ambiti. La 26enne, nata in Colombia e cresciuta nel New Jersey, sta ora ottenendo un serio riconoscimento per la sua serie in cui trasforma le calzature popolari (pensa agli stivali Vetements Fire and Star e alle sneaker Balenciaga S) in oggetti d'arte ugualmente degni di esposizione . Le ha persino procurato interessanti collaborazioni con marchi come Adidas, Gucci e Depop. E, di recente, una mostra personale intitolata 'I'm Doing Amazing Sweet' alla galleria Launch F18 di New York City, aperta fino al 18 ottobre. Rojas mi dice che il nome deriva da un episodio di Stare al passo con i Kardashians in cui Kris Jenner dice la linea a Kim Kardashian mentre sua figlia stava posando per un playboy sparare. 'Ho pensato che fosse davvero interessante quanto fosse incoraggiante mentre sua figlia veniva messa in mostra, e (con questa mostra), è un po 'come se anche i miei figli fossero in mostra', spiega Rojas - 42 dei suoi figli per l'esattezza.



billie lourd as princess leia

Mentre il suo lavoro potrebbe essere intoccabile in una galleria, su Instagram a Rojas piace tenerlo un po 'meno serio. Spesso le piace fingere di indossare le sue creazioni, ad esempio, posando con una scarpa davanti al piede per creare l'illusione di indossarle davvero. 'Se scatto una foto con una particolare angolazione, sembra che indossi la scarpa', dice. 'È una specie di questa idea di fingere fino a quando non ce la fai'. Contrassegna anche i marchi e adora fingere di possedere le calzature 'super costose' quando in realtà sta solo condividendo il suo lavoro creativo.

Teen Vogue chiacchierò con Rojas del momento decisivo che ha scatenato la sua arte, il suo processo e cosa aspettarsi dalla sua mostra attuale.



Teen Vogue: Sei sempre stato creativo, crescendo?

Didi Rojas: Quando crescevo, mia nonna e i miei genitori mi davano un grande sostegno e mettevano in mostra pastelli e carta. Io e il mio gemello abbiamo sempre disegnato e realizzato artigianato. È qualcosa che è sempre stato molto importante per noi crescere. Siamo stati incoraggiati a prendere lezioni di arte o fare pittura e la nostra famiglia ci avrebbe acquistato tutte le forniture. Quando volevo andare al college per l'arte, anche loro mi supportavano molto, anche se non mi aspettavo davvero che lo fossero.

TV: Quando hai iniziato a studiare la ceramica?
DR: Al liceo non ho mai preso lezioni di ceramica. Non sapevo che fosse una cosa fino al college. Fu nel mio primo anno che scoprii lo studio della ceramica a Pratt. Ero tipo 'Oh, mio ​​Dio, devo farlo'. Ho avuto la sensazione che volessi lavorare con l'argilla e imparare di più sul materiale e sul mezzo. Così ho iniziato a lavorare nello studio di Pratt e ho anche preso un sacco di lezioni, ma stavo studiando illustrazione e ho continuato con quel grado. Ma a parte, sapevo che volevo davvero fare la ceramica.



TV: Come hai iniziato a fare le scarpe?

Annuncio pubblicitario

DR: Ho lavorato in uno studio di ceramica mentre ero al college e dopo la laurea. Ed è stata l'estate successiva che stavo camminando per lo studio e ho guardato in basso i miei piedi (indossavo un paio di Nike Air Force Ones) ed erano appena coperti da un mucchio di argilla ed erano super sporchi. Erano le mie scarpe da studio. E ho pensato: Oh, sembrano ceramiche. E poi ho pensato 'Devo provare a ricrearne uno per vedere come appare'! E poi sono diventato quasi ossessionato.

Quindi dopo ho continuato a fare le scarpe e poi ero come, aspetta un secondo. Non deve essere solo quello che possiedo. Può essere qualsiasi scarpa. È anche qui che nasce l'idea per il mio Instagram, dove faccio finta di indossarne alcuni. È questa l'idea di creare qualcosa dal nulla.

TV: Quali sono alcune delle tue scarpe preferite che hai fatto finora?

DR: Forse le scarpe da ginnastica. I dettagli sulle cuciture o sui lacci e sulla giusta forma sono più difficili per me di alcuni degli altri. Ma penso che la mia preferita sia la sneaker Balenciaga. Ultimamente ho anche indossato stivali occidentali. Mi sento più attratto dalle sneaker e spesso sono quelle più marcate o che hanno molti motivi, come il monogramma Gucci o le scarpe Gucci che hanno un mucchio di fragole.

TV: Pensi che le tendenze attuali abbiano un ruolo in ciò a cui stai rispondendo?

DR: Decisamente. Penso che il modo in cui scelgo quali pezzi farò è in risposta a (tendenze attuali) perché passo un po 'di tempo a Voga e passando attraverso le foto della settimana della moda. Guardo anche Instagram, e se una scarpa esce molto e mi sento davvero entusiasta subito, so che devo ricrearla. È come se vado a fare shopping, in un certo senso.

TV: Puoi parlarmi di più del processo di fabbricazione delle scarpe?

DR: Non appena vedo quello che voglio fare, raccolgo i miei materiali, tra cui l'argilla ceramica. Con ciò, scolpisco la silhouette della scarpa. Ciò può richiedere del tempo, da un minimo di tre ore a un paio di giorni, a seconda della quantità di dettagli. Quindi, dopo averlo scolpito, deve asciugarsi per un paio di giorni, che è probabilmente la parte che richiede più tempo, a seconda di quanto sono grandi le scarpe. Dopo che è asciutto, entro e faccio tutto il lavoro di pittura, usando vernici specifiche per la ceramica in modo che rimangano permanentemente sulla scarpa. Quindi la scarpa entra nel forno, che è praticamente come un forno davvero intenso per circa 24 ore. Direi che supera i 2000 gradi.

TV: Mi dirai di più sul tuo spettacolo attuale e su ciò che è in mostra?

Annuncio pubblicitario

DR: In mostra in questo momento ho poco più di 40 pezzi e la maggior parte di essi sono stati realizzati quest'anno, quindi ce ne sono solo cinque circa l'anno precedente. E ciò che voglio che il pubblico veda non è necessariamente vederli come una rappresentazione della scarpa su cui erano basati, ma soprattutto vedere il processo e notare i dettagli. Personalmente, mi sento come se non li vedessi più come scarpe. Li vedo come forme, ed è stato un po 'sorprendente per me. È interessante pensare ai pezzi che non servono più a una funzione che conosciamo tutti molto bene, ma che sembrano ancora poter fare.

TV: Quali scarpe ti piace indossare? Indossi qualcuno di quelli che hai ricreato?

DR: Mi hanno regalato un paio di scarpe ed è stato davvero sorprendente. Ma recentemente mi è davvero piaciuta Nicole Saldana, e lei mi ha mandato questi mocassini con la stampa di una mucca. Ma ogni giorno indosso solo scarpe da ginnastica molto casual, come Converse o Adidas o le mie Air Force Ones. Adoro i miei stivali Maison Margiela Tabi, ma quasi non riesco a indossarli.

TV: Puoi dirmi qualcosa in più sulle collaborazioni con il marchio che hai fatto?

Annuncio pubblicitario

DR: Adidas è stato il primo marchio con cui ho lavorato e ho anche lavorato con Nike, Gucci, Nicole Saldana e Depop. Ho fatto un editoriale mensile con Vogue Italia. Non mi aspettavo che il lavoro fosse accettato dal mondo dell'arte e anche dal mondo della moda. Le collaborazioni con i marchi sono state interessanti perché è un altro modo per le aziende di commercializzare i propri prodotti e raggiungere un altro pubblico. Allo stesso tempo, mi sembra che i progetti siano stati utili per consentire al mio lavoro di ottenere visibilità e aiutarmi a finanziare altri progetti.

TV: C'è qualcosa che vorresti fare in futuro con questa pratica?

DR: Il mio obiettivo principale ora è continuare a lavorare su questi pezzi. Voglio che questo progetto sia in grado di crescere e svilupparsi nel corso degli anni. Mi piacerebbe continuare ad avere il lavoro negli spettacoli e in pezzi editoriali. Qualcosa che mi piacerebbe fare è una vera collaborazione di scarpe. Voglio rivisitare non solo facendo una scarpa ma facendo forme diverse, come come ho fatto una piramide di stivali Ugg. Ma sono un po 'solo per la corsa e voglio continuare a essere in grado di fare il lavoro, qualunque cosa significhi.