Camilo Dunoyer spiega perché ha pubblicato video sul suo stato di immigrazione

Politica

'Tutta la mia vita qui sta per essere portata via a causa di ciò che dice sulla carta'.

Di Sarah Emily Baum

22 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
I manifestanti hanno marciato contro le azioni dell'ICE e il sostegno del presidente alla separazione delle famiglie. a New York City, negli Stati Uniti, il 19 giugno 2018. (Foto di Shay Horse / NurPhoto via Getty Images) Shay Horse / NurPhoto via Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Nel video virale di Twitter di Camilo Dunoyer, lo studente diciassettenne di San Diego è visto in una flanella blu, che parla direttamente con la telecamera. I suoi nervi sono evidenti. Mentre parla, le sue spalle si piegano su e giù. Si sta toccando una gamba.



'Sono migrato qui quando avevo 11 mesi, ma in questo momento sono in pericolo di essere espulso in Colombia', dice nel primo video, che faceva parte del thread di tre tweet. 'La storia inizia in Colombia, quando mio padre era un funzionario del governo in cui aveva classificato le informazioni che un cartello di droga in Colombia stava cercando di ottenere. Hanno cercato di ottenere queste informazioni minacciando la vita della mia famiglia e di mio padre '.

In un'intervista con Teen Vogue, Camilo elaborò la situazione. Spiega che nei primi anni 2000, c'era una guerra civile tra gruppi terroristici e il cartello della droga in Colombia, e che lì non era più sicuro per la sua famiglia. Insieme a minacciare i genitori di Camilo e il fratello maggiore, il cartello della droga ha richiesto un forte riscatto, dice. Quindi i Dunoyer arrivarono in America con un visto e quando questo scadde nel 2005, fecero domanda di asilo.

'Non abbiamo mai infranto la legge', afferma Camilo. 'Abbiamo fatto tutto bene. Paghiamo le tasse. Abbiamo fatto visita all'ICE, fatto tutto ciò che il governo ci ha chiesto di fare '.

Le persone devono dimostrarsi rifugiati e provare una ragionevole o credibile paura della persecuzione a causa della loro razza, religione, nazionalità, appartenenza a un particolare gruppo sociale o opinione politica al fine di ottenere lo status di asilo negli Stati Uniti. Tuttavia, quando la famiglia Dunoyer ha portato il loro caso davanti a un giudice dell'immigrazione nel 2005 chiedendo asilo politico, il loro caso è risultato essere solo parzialmente politico. Secondo Camilo, il giudice ha stabilito che l'altra metà del loro motivo era finanziaria a causa del riscatto che il cartello della droga richiedeva a suo padre.

'Questo ha posto un ordine di espulsione sulla nostra testa', dice Camilo. 'Per noi è pericoloso (tornare in Colombia), potremmo potenzialmente essere uccisi'.

Da allora, lo status giuridico dei Dunoyer si è basato su una proposta di legge privata presentata al Congresso nel 2005 e reintrodotta su base annuale, prima dall'ex rappresentante degli Stati Uniti Duncan Hunter Sr. (R-CA) e più recentemente da suo figlio, il rappresentante Duncan D. Hunter (R-CA). I progetti di legge privati ​​erano un modo comune per il Congresso di concedere l'amnistia ai singoli immigrati, ma le rigide politiche di immigrazione dell'amministrazione Trump hanno indebolito questo tipo di protezione. Ciò mette gravemente a rischio lo status giuridico di famiglie come i Dunoyer.

Ecco perché Camilo ha fatto caricare un video su Twitter da un amico il 25 maggio, che ha continuato a riprendersi mentre la sua data del tribunale del 9 agosto si avvicinava e poi passava, con rinvio indefinito. Sperava di attirare l'attenzione su casi come il suo, e i Dunoyer non si sono fermati nella loro lotta per rimanere negli Stati Uniti, la loro casa.

Camilo afferma di comprendere che molti sostengono queste rigide politiche sull'immigrazione perché ritengono che possa impedire alle persone con cattive intenzioni di entrare nel paese, ma alla fine punisce ugualmente famiglie innocenti. 'È triste. Tutta la mia vita qui sta per essere portata via per quello che dice sulla carta '.

Anche il fratello di Camilo, Pablo, ha pubblicato video su Twitter condividendo la loro storia. Hanno parlato con media come la NBC di Los Angeles. Hanno organizzato un evento comunitario nella loro chiesa affinché le persone condividessero storie e approfondimenti sullo stato dell'immigrazione in America e oltre 200 persone hanno partecipato per mostrare il loro sostegno.

Annuncio pubblicitario

'Indipendentemente da quale sia la decisione, se vengo espulso, voglio solo che le persone sappiano che questo sta accadendo alla mia famiglia. Questo sta accadendo a persone che non hanno fatto nulla di male nelle loro vite ', dice Camilo.

Quindi, mentre alcuni potrebbero provare a distinguere Camilo come immigrato o americano, legale o illegale, e così via, chiede anche alle persone di vedere lui e suo fratello Pablo come di più: sono dei grandi lavoratori. Regola-seguaci. Studenti. I volontari. Creatività. E, aggiunge, 'Mia mamma è una delle persone più belle del mondo'.

Ma soprattutto, Camilo dice di essere americano. Negli ultimi momenti del suo video virale su Twitter, dice: 'Dio non voglia che io sia rispedito in Colombia, sarò rispedito in un paese a cui non ho alcun legame, senza futuro, e continuerò a essere minacciato proprio da questo giorno ... tutto ciò che io sostengo è americano '.

'La mia famiglia segue la legge, pagano le tasse ... e semmai, questo paese ne beneficia. Le persone come noi rendono questo paese fantastico. Non mi interessa quale opinione politica tu abbia, o di quale partito politico fai parte, questo non dovrebbe andare bene con te. Sono americano'.

tenue de tongs

Da quando ha iniziato questa storia, Camilo afferma che ICE li ha lasciati nel buio. Gli è stato detto che ICE avrebbe eseguito un ordine di espulsione da oltre un anno fa, ma da allora non ha più sentito un aggiornamento, né gli è stata data una data di espulsione prestabilita. Vivono ogni giorno in un limbo legale.

Nel frattempo, Camilo dice che stanno solo cercando di vivere le loro normali vite americane. Camilo ha iniziato il college. Pablo fu accettato nella sua scuola dei sogni al California Polytechnic Institute. Sua madre continua a lavorare con un appaltatore della difesa e suo padre come insegnante di scuola.

'La nostra battaglia ... è tutt'altro che finita', dice Camilo.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • 5 semplici modi per difendere le famiglie separate al confine proprio ora
  • Abbiamo verificato le bugie dell'amministrazione Trump sulla separazione familiare