8 giovani honduregni ci hanno detto perché si sono uniti alla roulotte dei migranti

Politica

'Non ho bisogno di essere niente di speciale o di importante, ma voglio fare abbastanza per aiutare la mia famiglia e, per essere, essere'.

Di Sarah Kinosian

Fotografia di Sarah Kinosian



23 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Per più di una settimana, migliaia di centroamericani auto-organizzati si sono fatti strada attraverso il Guatemala e il Messico verso gli Stati Uniti, migrando dai loro paesi d'origine in cerca di sicurezza.

La carovana della maggior parte degli honduregni si è trasformata in un esodo di massa di persone in fuga dal paese, dove un mix di povertà, violenza e corruzione ha creato condizioni terribili. In Honduras, così come in molti altri paesi dell'America centrale, i giovani sono particolarmente vulnerabili alle bande di strada, come MS-13 e Barrio 18, che controllano interi quartieri e spesso prendono di mira bambini e adolescenti nelle loro attività di reclutamento.

Diverse migliaia sono determinate a continuare a viaggiare verso nord fino a Tijuana e altre migliaia continuano a risalire dall'Honduras e dal Guatemala. Ci sono state molte roulotte del genere in passato, poiché viaggiare in gruppo fornisce sicurezza ai migranti dai cartelli e altri predatori nel viaggio verso nord, ma questo è il più grande mai registrato, secondo Rodrigo Abeja di Pueblas Sin Fronteras.

Il presidente Donald Trump ha minacciato di interrompere l'assistenza degli Stati Uniti a El Salvador, Guatemala e Honduras per non aver fermato il gruppo e ha condannato il Messico per aver in gran parte lasciato passare i migranti. Ha anche minacciato di inviare i militari statunitensi al confine.

Con le elezioni di medio termine degli Stati Uniti che si profilano ai primi di novembre, Trump si è impadronito di questo gruppo di migranti per dare energia alla sua base, recentemente twittando: 'Ogni volta che vedi una roulotte, o persone che arrivano o tentano di venire illegalmente nel nostro Paese, pensa di e incolpare i democratici per non averci dato i voti per cambiare le nostre patetiche leggi sull'immigrazione! Ricorda i Midterms '!

Teen Vogue era a terra a Tapachula, nello stato del Chiapas, in Messico, e ha parlato con alcuni giovani delle loro esperienze sulla roulotte, perché stanno lasciando l'Honduras e cosa sperano di trovare negli Stati Uniti. I loro cognomi sono stati trattenuti per motivi di privacy e alcune delle citazioni seguenti sono state modificate per chiarezza.

un schéma vaginal

Giustino, 17 anni: Honduras

La verità è che è davvero pericoloso (in Honduras). Se non ti unirai alla banda, ti uccideranno. Anche l'estorsione è davvero brutta: se non paghi loro ciò che vogliono, se non uccidi per loro se lo vogliono, o derubano le persone se lo vogliono, o fanno qualunque cosa chiedano, uccideranno voi. MS-13 ha cercato di reclutarmi. E queste bande ti fanno fare cose orribili. Tu stesso potresti finire senza una mano o un braccio se vogliono punirti. Torturano anche le persone.

Sono venuto da solo, ma ho fatto amicizia durante il viaggio. Tuttavia, non conosco nessuno negli Stati Uniti. Mia mamma mi ha detto di andarmene perché mi stavano minacciando. Sono venuti a casa mia e hanno detto a mia madre se tu o tuo figlio non ci pagate, lo uccideremo o lo rapiremo.

Voglio una vita migliore. Voglio aiutare la mia famiglia. Voglio essere in grado di lavorare, cercare un buon lavoro. Quando studiavo, sognavo di fare l'avvocato. Se potessi essere qualsiasi cosa, sarebbe quello.

Scarlett, 16 anni: Honduras; Karina, 20 anni: Honduras; Elvin, 16 anni: Honduras

Viaggiamo da soli. La notizia della roulotte è arrivata su tutti i nostri social media, quindi abbiamo appena deciso di andare. Vogliamo conoscere un altro modo di vivere. Ci sono opportunità negli Stati Uniti. Non ci sono soldi (qui). Tutti proviamo a lavorare e non è mai abbastanza.

Vogliamo trovare un modo di studiare. Non ho bisogno di essere niente di speciale o di importante, ma voglio fare abbastanza per aiutare la mia famiglia e, semplicemente, esserlo. L'Honduras è un assassino - non c'è lavoro, possibilità, speranza. Molta violenza.

Annuncio pubblicitario

Non sappiamo cosa accadrà quando arriveremo al confine, ma gli Stati Uniti probabilmente hanno pensato a tutto. Gli Stati Uniti sono grandi, c'è spazio (per noi). Ho amici che hanno una famiglia lì e hanno rispedito soldi, e questo li ha aiutati.

Tutta questa esperienza in roulotte è stata difficile e stancante. Puoi avere freddo, fame e uccidere i tuoi piedi. Ma allo stesso tempo, è stato bello. Incontrare altre persone, avere questa comunità, vedere persone che ci aiutano qui in Messico.

Teresa, 20 anni: Honduras

Sono qui sulla roulotte a causa della discriminazione. Sono trans e non c'è già lavoro per persone in Honduras, tanto meno (per) persone trans. La situazione è davvero brutta in generale e solo amplificata per la comunità LGBTQ. Non c'è lavoro. Ricevi minacce di morte. Non puoi andare in molti posti perché è pericoloso. Ma devi andare avanti.

Di recente, sono stato picchiato gravemente. A volte quando vedono passare persone come me, ti seguono e poi ti picchiano. Ho avuto problemi con le bande - non voglio più vivere lì. La polizia non ci protegge. Spero che gli Stati Uniti mi aiutino. Sto richiedendo asilo. Voglio trovare un lavoro e vivere la mia vita. Non posso farlo in Honduras. Se Trump non ci farà entrare, resteremo in Messico.

Jose, 18 anni: Honduras

Stavo pensando di migrare prima, ma poi ho visto questa roulotte sulle notizie. È più economico e sicuro entrare in un gruppo. E le persone ci hanno aiutato lungo la strada.

Ho una famiglia in Virginia. Penso che entreremo negli Stati Uniti. Dietro tutto (il presidente) Donald Trump è cattivo, ci deve essere del buono. Spero, almeno. È una persona piuttosto cattiva, quindi non lo so, ma non potevo restare.

qui envoie les textes dans de jolis petits menteurs

A parte il fatto che non c'è lavoro e la gente ha fame da dove vengo io, la polizia lavora per il presidente. La polizia ha picchiato le persone, estorto le persone, lavorano con le bande - le ho viste lavorare insieme. Poi ci sono anche bande. Sia la polizia che le bande hanno minacciato me e i miei amici. L'MS-13 ha cercato di reclutarmi: questa è stata una grande parte del motivo per cui sono fuggito. Le bande estorcono, uccidono, rapinano, violentano.

Voglio andare negli Stati Uniti per sfuggire a tutto questo e lavorare, così posso inviare denaro per aiutare mia madre.

Angeli, 12 anni: Honduras

Sono partito con mio padre. Non c'è lavoro per lui dove viviamo - è difficile, c'è molta povertà lì. Quindi abbiamo deciso di venire. Mia mamma e mio fratello sono rimasti in Honduras. Gli Stati Uniti ci daranno una vita migliore. Ci sarà lavoro per mio padre. Ci sono più opportunità lì per fare qualcosa di te stesso e aiutare la tua famiglia. Voglio studiare lì e voglio essere qualcuno nella mia vita.

Voglio fare il poliziotto. È stato il mio sogno da quando ero piccolo. Mi piace vedere la polizia che si prende cura della comunità. Ma in Honduras, non è come è stato su questa carovana di migranti con la polizia (messicana) che aiuta (il gruppo viaggiante). In Honduras, la polizia non è così.

Questa passeggiata è davvero stancante, ma a volte le persone ti danno delle passeggiate. Ieri sera abbiamo dormito nel parco - non è comodo, ma incontri persone, mi piace. Ho fiducia in Dio che saremo in grado di entrare negli Stati Uniti.

Carlos, 19 anni: Honduras

Ci sono molte bande (in Honduras) e poco lavoro. Devi stare attento a te stesso. Questo è il motivo per cui sono qui. Non posso dirti (quale) banda ha cercato di reclutarmi, è davvero pericoloso, sai? Sono venuto sulla roulotte con mio fratello e mio cugino.

(Gli americani) devono sbarazzarsi di Donald Trump - portarlo fuori di lì adesso. Non ho seguito da vicino quello che ha detto sulla roulotte, ma immagino che non voglia che arriviamo negli Stati Uniti

Relazionato: In che modo la separazione familiare alla frontiera influisce sui bambini