20 momenti storici nella lotta per i diritti LGBTQ

Identità

In onore del mese dell'orgoglio.

Di Emma Sarran Webster

3 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Michael S. Williamson / The Washington Post via Getty
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Mentre celebriamo il Pride Month di quest'anno in tutto il paese, molti di noi sono concentrati sugli attuali problemi che la comunità LGBTQ deve affrontare e su cosa possiamo fare per risolverli. E mentre è estremamente importante continuare ad andare avanti, è anche importante guardare indietro e vedere fino a che punto siamo arrivati. Quindi, prima di andare alla prossima parata del Pride, dai un'occhiata ad alcuni dei momenti più importanti della storia del nostro paese che hanno spinto fortemente il movimento dei diritti LGBTQ in avanti.



1924: viene istituito il primo gruppo per i diritti dei gay.

Il veterano della prima guerra mondiale Henry Gerber fondò la Society for Human Rights a Chicago. Il gruppo è stato il primo gruppo per i diritti degli omosessuali in America e la sua newsletter, 'Amicizia e libertà', è stata la prima pubblicazione registrata sui diritti degli Stati Uniti negli Stati Uniti.

Gennaio 1958: la Corte Suprema si pronuncia a favore dei diritti dei gay.

Dopo che l'ufficio postale degli Stati Uniti ha rifiutato di consegnare la prima pubblicazione pro-gay ampiamente diffusa in America, ONE: The Homosexual Magazine, il caso è andato alla Corte suprema degli Stati Uniti - e la corte si è pronunciata per la prima volta a favore dei diritti degli omosessuali, rendendolo un importante caso di riferimento nella storia di LGBTQ.

21 aprile 1966: la Mattachine Society organizza un 'Sip-In' per i diritti degli omosessuali.

Durante un periodo in cui la maggior parte dei bar si rifiutava di servire i gay, la Mattachine Society, una delle prime organizzazioni per i diritti dei gay del paese, organizzò un 'Sip-In', durante il quale gli attivisti entrarono in un bar di New York City, annunciò di essere gay, ordinò da bere e aspettò di essere servito.

Brian Brainerd / The Denver Post via Getty

28 giugno 1969: le rivolte di Stonewall scatenano l'inizio del movimento LGBT.

Nelle prime ore del mattino del 28 giugno 1969, la polizia fece un raid allo Stonewall Inn, un bar gay di New York City - e i clienti e i loro sostenitori presero posizione. L'evento si è trasformato in una violenta protesta e ha portato a una serie di scontri di un giorno. Quelle 'rivolte di Stonewall' sono in gran parte considerate l'inizio del movimento per i diritti civili LGBTQ negli Stati Uniti.

Ben Hider / Getty
Annuncio pubblicitario

1973: l'omosessualità non viene più dichiarata malattia mentale.

Dopo anni di studi, analisi e cambiamenti degli atteggiamenti culturali, il consiglio di amministrazione dell'American Psychiatric Association ha rimosso l'omosessualità dall'elenco ufficiale delle malattie mentali, noto come Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, una mossa che è stata confermata con un voto da parte dell'associazione.

1987: Barney Frank diventa il secondo membro del Congresso apertamente gay.

Dopo aver trascorso sei anni a Capitol Hill, il Rep. Barney Frank (D-Mass.), È uscito volontariamente come gay, rendendolo il secondo membro del congresso apertamente gay e il primo a uscire volontariamente, nella storia del paese.

Aprile 2000: il Vermont compie un enorme passo avanti verso la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Il Vermont è diventato il primo stato nel paese a dare alle coppie dello stesso sesso il diritto di entrare in unioni civili - unioni legali che garantirebbero a quelle coppie gli stessi diritti e benefici di quelli dei matrimoni legali.

Ottobre 2009: Matthew Shepard e James Byrd Jr. Hate Crimes Prevention Act diventano una legge.

Il presidente Obama ha firmato in legge Matthew Shepard e James Byrd, Jr. Hate Crimes Prevention Act. L'atto è stato nominato per due uomini che sono stati assassinati per crimini d'odio: Matthew Shepard perché era gay e James Byrd, Jr. perché era nero. La nuova legge ha ampliato la precedente legislazione sui crimini ispirati dall'odio per classificare ufficialmente i crimini motivati ​​da genere, orientamento sessuale, identità di genere o disabilità effettivi o percepiti come crimini di odio.

Steve Liss / The LIFE Images Collection / Getty

Settembre 2011: 'Non chiedere, non dire' è finito.

Il presidente Obama ha revocato ufficialmente la legge discriminatoria anti-gay 'Non chiedere, non dire', che impediva apertamente agli americani gay di prestare servizio nelle forze armate statunitensi.

Giugno 2013: SCOTUS annulla la Defense of Marriage Act (DOMA).

Il Defence of Marriage Act (DOMA), che divenne una legge nel 1996, dichiarò che i matrimoni tra coppie gay o lesbiche non erano riconosciuti dal governo federale, il che significa che quelle coppie non potevano ricevere prestazioni legali - come la sicurezza sociale e l'assicurazione sanitaria - che le coppie sposate potrebbero. Ma nel 2013, la Corte Suprema ha dichiarato incostituzionale la DOMA, il che significava che le coppie dello stesso sesso sposate nei propri stati potevano ricevere quei benefici federali.

Gennaio 2015: il presidente Obama riconosce la comunità LGTBQ nel discorso sullo stato dell'Unione.

Per la prima volta nella storia degli Stati Uniti, le parole 'lesbica', 'bisessuale' e 'transgender' sono state usate nel discorso sullo stato dell'Unione del presidente, quando il presidente Obama ha affermato che, in quanto americani, 'rispettiamo la dignità umana' e condannare la persecuzione dei gruppi minoritari.

Annuncio pubblicitario

Aprile 2015: Obama chiede la fine della terapia di conversione.

Dopo il tragico suicidio di un adolescente transgender sottoposto a terapia di conversione cristiana, il presidente Obama ha chiesto pubblicamente la fine della pericolosa pratica intesa a cambiare l'orientamento sessuale delle persone o le identità di genere.

Giugno 2015: l'orientamento sessuale viene aggiunto alla politica antidiscriminazione dell'esercito.

Sebbene 'Non chiedere, non dire' è stato abrogato nel 2011, l'orientamento sessuale non era ancora una classe protetta (a differenza di razza, religione, sesso, età e origine nazionale) ai sensi della Politica sulle pari opportunità militari - fino a giugno 2015 , quando il segretario alla Difesa americano, Ashton Carter, annunciò che sarebbe stato ufficialmente aggiunto alla politica antidiscriminazione.

26 giugno 2015: l'amore vince.

Alla fine la Corte Suprema dichiarò ufficialmente e ufficialmente il matrimonio tra persone dello stesso sesso un diritto costituzionale nazionale, il che significa che tutti gli stati devono consentire agli americani di sposarsi, indipendentemente dal loro genere o orientamento sessuale.

https://twitter.com/WhiteHouse/status/614611810415681536?ref_src=twsrc%5Etfw

Luglio 2015: l'esercito permetterà agli americani transgender di servire apertamente nell'esercito.

Nel luglio 2015, il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Ashton Carter, ha annunciato che i militari avrebbero revocato un divieto che impediva agli americani transgender di prestare servizio nelle forze armate del paese. Questa regola è entrata in vigore, ma ora il presidente Donald Trump ha revocato questo diritto, vietando di nuovo le persone transgender dai militari ad aprile 2019.

John Ambrose McClaren acteur

23 luglio 2015: introduzione della legge sull'uguaglianza.

I senatori Jeff Merkley, Tammy Baldwin e Cory Booker, nonché il rappresentante David Cicilline hanno precedentemente introdotto The Equality Act, che renderebbe le persone LGBTQ una classe protetta e garantirà loro le tutele legali di base in aree della vita tra cui istruzione, alloggio, lavoro, credito, e altro ancora

Maggio 2016: The Stonewall Inn diventerà un monumento nazionale.

L'amministrazione Obama ha annunciato che si stanno preparando a designare lo Stonewall Inn di New York, il luogo di quegli scontri storici nel 1969, il primo monumento nazionale in assoluto dedicato ai diritti degli omosessuali.

Maggio 2016: l'amministrazione Obama sostiene pubblicamente gli studenti transgender.

Nel mezzo di movimenti anti-transgender in tutto il paese, il presidente Obama e la sua amministrazione hanno emanato una direttiva per tutte le scuole pubbliche secondo cui agli studenti transgender dovrebbe essere permesso di usare i bagni che riflettono la loro identità di genere. Ancora una volta, il presidente Trump ha invertito questi guadagni, attuando e proponendo numerose politiche anti-trans.

Novembre 2018: i candidati LGBTQ spazzano le parti intermedie

Più di 150 candidati LGBTQ sono stati eletti in carica alle elezioni di medio termine del 2018, mettendo un numero storico di politici queer o transgender in posizioni di potere. Queste vittorie sono avvenute 'dal Congresso degli Stati Uniti alle dimore dei governatori alle legislature statali e ai consigli comunali', ha detto a NBC News Annise Parker, presidente e CEO del Victory Institute e del Victory Fund.

Maggio 2019: New York City onorerà gli attivisti LGBTQ Marsha P. Johnson e Sylvia Rivera con monumenti

Poco prima del Pride 2019, New York City ha annunciato che erigerà un monumento nel villaggio di Greenwich dedicato a Marsha P. Johnson e Sylvia Rivera, attivisti che hanno avuto ruoli critici sia nella rivolta di Stonewall che nella scena queer di New York in generale. I due hanno iniziato Street Transvestite Action Revolutionaries (S.T.A.R.) nel 1970, un'organizzazione dedicata ad aiutare le persone LGBTQ che vivono senza fissa dimora. Il monumento commemorerà il 50 ° anniversario delle rivolte di Stonewall, secondo il New York Times.

Foto AP / Steve Helber

Relazionato: 8 ricette arcobaleno DEVI provare a celebrare l'orgoglio